Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Il Convegno diocesano Caritas 2011

Sabato 9 aprile don Adolfo Macchioli, direttore della Caritas diocesana di Savona, ci ha aiutato ad allargare lo sguardo e comprendere come la carità non sia fatta solo di cose donate ma soprattutto di persone che si mettono in relazione.

Partendo dal Vangelo di Marco 6, 30-44 ha messo l’accento sull’esigenza di “stare in disparte con Gesù”. E’ il rapporto con Gesù nella preghiera, nel silenzio, che ci aiuta nel fare, nelle azioni di carità. Occorre sempre partire da - e tornare – allo stare con Gesù, che ci scalda il cuore e ci dona la forza di fere le cose e farle bene.

Leggi tutto...

 

Convegno diocesano sulla CARITA’ 2011

IL POCO CONDIVISO SI MOLTIPLICA, IL TANTO TRATTENUTO INARIDISCE

Sabato 9 aprile 2011 dalle 09.30 alle 12.30
Centro di Spiritualità "O. Focherini"
S. Martino Carano - Mirandola

Il titolo scelto “Il poco condiviso arricchisce, il tanto trattenuto inaridisce” è stato preso in prestito – durante il convegno delle Caritas parrocchiali di febbraio - dal “motto” che anima il servizio della Caritas della zona pastorale di Novi, Rolo, Rovereto e San Antonio Mercadello.

I contenuti del convegno - nel terzo anno dall’inizio della crisi economica e nel pieno della nuova ondata migratoria – intendono incentrarsi non solo e non tanto sul “fare”, sull’aiuto economico o alimentare concreto, quanto sull’aiuto relazionale, sulla funzione indispensabile dell’ascolto e dell’accompagnamento. Ci interrogheremo sul significato del termine e dell’azione di carità, rivalutando l’importanza fondamentale della prossimità, della condivisione.

Leggi tutto...

 

Report Lampedusa del 26 marzo 2011

Sono appena rientrato da Lampedusa e solo adesso posso scrivervi per aggiornarvi sulla situazione sull’isola.

Attualmente sono presenti a Lampedusa quasi 5.000 migranti, nonostante il ponte aereo e i due viaggi della San Marco. Gli arrivi sono continui e, ormai, ingestibili con il c.d. Modello Lampedusa.
Poiché il Centro di Primo Soccorso e Accoglienza è pieno oltremisura (potrebbe contenere un massimo di 800 persone), chi arriva viene praticamente lasciato ad arrangiarsi come meglio può.

Leggi tutto...

 

Rapporto sulle povertà

SocialHousing

Protetto

Servizio civile volontario

Terremoto 2012

Crocevia di Pace

Collaborazioni

Laboratori scolastici

Progetto 'Carpi non spreca'

Progetto 'Solidarietà al lavoro'

Progetto 'Prestito della speranza'