Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Fra le numerose eredità spirituali lasciate alla nostra diocesi  dall’importante operato di S.E. Mons. Douglas Regattieri c’è il gemellaggio fra la nostra Caritas diocesana e la Caritas di Zara.

Un percorso condiviso che va avanti da oltre vent’anni e che proprio Mons. Regattieri, allora direttore della Caritas diocesana, ha contribuito ad avviare, correndo in aiuto della Chiesa croata negli anni dell’emergenza bellica.

Il sostegno alla Caritas di Zara non è venuto meno con la fine del conflitto, ma è proseguito in tutti questi anni, grazie all’adozione a distanza.

Nell’estate del 2010 una delegazione della Caritas di Carpi, formata da due operatori e dai ragazzi in servizio civile, ha visitato Zara, spinta dalla volontà di conoscere l’attuale situazione della diocesi e dei progetti sostenuti negli anni.

In questi giorni la Caritas di Zara ha deciso di ricambiare la visita ed è stata ospitata dalla nostra diocesi.

Obiettivo del viaggio in Italia era quello di conoscere realtà significative che operano per l’inserimento sociale e lavorativo di soggetti svantaggiati, diversamente abili e malati psichici. Assieme al direttore e a tre operatori della Caritas di Zara, erano presenti dottori e tecnici del reparto psichiatrico dell’Ospedale e alcuni rappresentanti dell’amministrazione cittadina.

Il viaggio aveva in programma tre tappe: la prima a Rimini, in visita alla Comunità Papa Giovanni XXIII, la seconda da Caritas Italiana a Roma, la terza a Carpi.

Nella nostra diocesi i delegati di Zara hanno potuto visitare le strutture della Caritas, il Centro d’Ascolto e il Centro di riuso e recupero Recuperandia dell’associazione Porta Aperta.

In seguito sono stati accolti da Sergio Zini, presidente della Cooperativa Sociale Nazareno, che ha illustrato i progetti e le attività della cooperativa a favore di persone svantaggiate.

La visita della Caritas di Zara, complice la neve di questi giorni,  è stata davvero breve. Speriamo tuttavia di avere dato un contributo costruttivo per la realizzazione di un progetto che la diocesi croata vorrebbe implementare a favore di persone diversamente abili e affette da psicosi.

Un altro passo insieme di un percorso e di una collaborazione che speriamo possa continuare.

 

Rapporto sulle povertà

SocialHousing

Protetto

Servizio civile volontario

Terremoto 2012

Crocevia di Pace

Collaborazioni

Laboratori scolastici

Progetto 'Carpi non spreca'

Progetto 'Solidarietà al lavoro'

Progetto 'Prestito della speranza'